SPEDIZIONE CON CORRIERE ESPRESSO
Spedizione con corrieri nazionali tracciabili
 
GARANZIA ITALIA E PAGAMENTI SICURI
Garanzia 2 anni e pagamenti con bonifico o PayPal
 
ASSISTENZA CLIENTI
Tecnici specializzati al tuo servizio

Menu

Fornitori

Speciali

Sistemi e impianti di trattamento delle acque reflue, luride e nere e delle acque meteoriche. Vasche di depurazione, vasca Imhoff, degrassatori, depuratori a fanghi attivi.

Gli impianti di depurazione e trattamento di acque sono sviluppati per essere conformi alle normative in materia.

Ci sono 10 prodotti.

  • Impianti depurazione fanghi attivi

    Impianti a fanghi attivi sono costituiti da un impianto che permette lo scarico diretto delle acque reflue in acque supericiali o nel terreno.

    Depurazione a fanghi attivi

    Gli impianti per il trattamento delle acque reflue domestiche basati sui fanghi attivi possono essere costituiti da un unico blocco o da diversi serbatoi.

    Gli impianti monoblocco sono costituite da un contenitore in vetroresina rinforzata. Il blocco è suddiviso in tre diversi scoparti che compongono e definiscono il processo di deupurazione.

    Il processo di depurazione, costituito dalle tre fasi sedimentazione primaria, ossigenazione e sedimentazione secondaria, si svolge all'interno di ciscuno degli scomparti.

    Alla fine del processo troviamo la pompa, una DOMO 7 VX monofase con girante Vortex. Nelle pompe dotate di questa tipologia di girante viene creato un vortice di acqua che consente il passaggio di corpi solidi che sono generalmente contenuti nelle acque reflue.

    In tal modo si diminuisce il rischio di intasamento.

    Fanghi attivi

    I sistemi a fanghi attivi  sono utilizzanti sin dagli anni '70, e prevedono la formazione di microrganismi aerobici (biomassa) che si nutrono dell'inquinamento organico producendo dei fiocchi di fango.

    A seconda del numero di abitanti (abitanti equivalenti): si propongono diverse versioni 

    Descrizione delle tre fasi processo (Depurbox)

    • Fase 1 - Camera: Vasca Imhoff.
    • Processi:
      • Sedimentazione primaria
      • Digestione anaerobica dei fanghi
    • Descrizione:
      • I solidi sospesi grossolani decantano e si accumulano sul fondo (digestione fanghi)
      • I fanghi si accumulano sul fondo dove subiscono un lento processo di mineralizzazione anaerobica
    • Fase 2 - Camera: Reattore biologico
    • Processi:
      • Depurazione biologica, ossidazione e nitrificazione
        • L’ossidazione e la nitrificazione del liquame avvengono simultaneamente mediante l'immissione dell’aria atmosferica tramite il sistema Venturi combinato all'elettropompa; l'elettropompa ricircola il liquamenella vasca, aspirando l’aria dall’esterno e portandola ad intimo contatto con il liquido da depurare. In questo modo nessunaparte meccanica deve essere installata all’esterno del manufatt
      • Depurazione biologica, denitrificazione
        • Durante le fasi con elettropompa ferma si realizzano le condizioni di anossia, che consentono il processo di denitrificazione
    • Fase 3 - Camera:Sedimentatore
    • Processi:
      • Sedimentazione secondaria e ricircolo fanghi attivi
        • I fanghi attivi prodotti nel reattore biologico decantano: la forma ad imbuto del comparto favorisce la concentrazione dei fanghi sul fondo, che vengono riportati nella stessa vasca di ossidazione per caduta libera e per l’azione di richiamo svolta dalla pompa

    L'installazione, da far eseguire a personale specializzato, è costituita dalle fasi di interramento, collegamento delle tubazioni in PVC, installazione dei pozzetti di ispezione.

  • Addolcitori acqua

    Addolcitori per acqua domestici per uso casalingo con prezzi in offerta per addolcimento dell'acqua e 

    Come funziona un addolcitore per acqua ?

    Gli addolcitori sono costituiti da un serbatoio in resina, da un contenitore per il sale, da gruppo valvole e dai raccordi oltreaduna centraline elettronica che consente di effettuare la rigenerazione automatica.

    L'addolcimento dell'acqua avviene mediante il passaggio all'interno del letto delle resine che permettono di scaricare gli ioni di calcio e magnesio riducendo in tal modo la durezza dell'acqua.

    Quando la carica si esaurisce è necessario rigenerare la resina con l'aggiunta di cloruro di sodio, ovvero un particolare sale per tale utilizzo.

    Come avviene la rigenerazione delle resine.

    L'Addolcitore è costituito da resine che devono essere rigenerate. La rigenerazione può avvenire in modo automatico mediante l'utilizzo di controllori elettronici o manualmente, anche ormai tutti gli addolcitori residenziali sono costituiti da comandi elettronici.

    I programmi di rigenerazione possono essere a tempo, a volume oppure combinati volume - tempo.

    Cosa significa acqua dura

    Il termine durezza viene indicato per quelle acque che contengono quantità maggiori di elementi minerali rispetto alla media. Sono principalmente due i minerali presenti: magnesio e calcio, maggiore è la loro presenza, maggiore sarà la durezza dell'acqua.

    Perchè è importante addolcire l'acqua

    Le acque dure possono provare diversi problemi con l'incrostazione delle tubazioni e la dissoluzione del sapone. L'utilizzo dell'addolcitore è consigliato per proteggere gli elettrodomestici, i macchinari di lavaggio utilizzati in ambito commerciale e industriali, come le lavanderie, impianti solari e termici, impianti di condizionamento, ecc.

    L'ostruzione delle tubazioni da parte dell'acqua dura può comportare la comparsa di depusiti che posssono danneggiare o diminuire l'efficienza dei caldaie, serbatoi, boiler, macchinari, elettrodomestici, utensili ecc.

    Il prezzo di un addolcitore e il costo dell'addolcimento

    Gli addolcitori sono macchinari che possono comportare molteplici benefici e ridurre in modo significativo i costi di manutenzione. Il prezzo di un addolcitore è dipeso dalla portata, dalla tecnologia utilizzata e dalla marca.

    In genere il prezzo parte dai 400 fino a 1000 euro per un addolcitore professionale.

    Quando dura un addolcitore ?

    L'addolcitore per acqua è un dispositivo che consente un utilizzo prolungato per molti anni, la tecnologia costruttiva è infatti estremamente semplice e poco soggetta a rotture.

    In ogni caso, alcune parti, come il controllore elettronico, la resina interna, possono presentare dei problemi derivanti dall'usura, tuttavia, la durata media è di circa 20 anni.

  • Filtri per acqua

    Filtri per acqua potabile magnetici e anticalcare. Accessori, cartucce di ricarica e dosatori. Prodotti completi per il trattamento di acque potabili.

    I filtri per acqua possono essere realizzati in diversi materiali a seconda dell'ambito di impiego e della tipologia di acqua da depurare.

    Principalmente troviamo filtri in polipropilene, che a loro volta si distinguono in quelli in microfibra e a filo, a carbone e polifosfato in cristalli.

    • Filtri in polipropilene, a seconda della capacità di filtrazione espressa in micron 5, 10, 25 o 50 consentono di depurare l'acqua dalla presenza di sabbia, detriti, elementi ferrosi, ruggine. Trovano applicazione in ambito domestico per uso potabile, per la protezione di caldaie, lavastoviglie, ecc
    • Filtri a carbone. Tale tipologia di filtri consente di eliminare odori e sapori dovuti al cloro e altri composti organici; riduzione di pesticidi, insetticidi, composti clorurati.

    Quando utilizzare i filtri per acqua

    I filtri per acqua trovano applicazione in diversi contesti, per uso domestico nel trattamento di acque di acquedotto con la presenza di elementi e detriti.

    Sono particolarmente indicati quando si necessita di purificare acque provenienti da pozzo che presentano sabbie e detriti.

    Quale filtro per acqua utilizzare ?

    I filtri si differenziano principalmente per la capacità di filtrazione, per la tipolgoia di materiale di cui sono composti e dall'ambito di applicazione.

    Nella scelta del filtro da installare occorre quindi tenere in considerazione aspetti come lo stato dell'acqua e la tipologia di acqua stessa.

    Per le acque potabili si consiglia una filtrazione di almeno 10 micron, per le acque di pozzo è consigliabile l'utilizzo di filtri anche di 25 micron per bloccare la presenza di sabbia.

    A seconda dello stato dell'acqua e dell'esperienza che si acquisisce anche mediante una analisi visiva dello stato del filtro occorre sostituirlo in un periodo compreso da 3 a 6 mesi.

    Per i filtri in funzione antisabbia, anti-scaglie e anticalcare per la protezione di elettrodomestici come lavastovigie, lavatrici, ecc è possibile scegliere anche le versioni mignon.

    L'Altezza dei filtri

    I filtri possono essere di diverse misure, spresse in pollici: 5, 7 e 10 pollici, chiamati commercialmente anche Mignon, Junior e Senior.

    La scelta dell'altezza del filtro è in funzione della portata richiesta

    • Mignon, ad esempio per rubinetti di lavatrici, lavastoviglie
    • Junior, ad esempio da installare in rubinetti della cucina, bagni, ecc
    • Senior, ad esempio da installare dopo per molteplici rubinetti
  • Depuratori acqua

    I depuratori per acqua potabile ad uso domestico trovano applicazione in ambito casalingo e consentono di depurare l'acqua eliminando tutte le impuratà presenti.

    L'utilizzo di un dispositivo di depurazione è richiesto quando quando si necessita di rimuovere dall'acqua argilla, sabbia o di rimuovere metalli come ferro e manganese. I depuratori consentono anche di rimuovere il cloro dall'acqua potabile o di puricarla dalla presenza di arsenico.

    Come funziona un depuratore per acqua ?

    A seconda delle necessità di impiego, della tipologia di sostanza che si vuole purificare esistono in commercio diversi dispositivi che fungono da filtro.

    In genere somigliano a delle bombole all'interno delle quali vengono risposti elementi naturali che permettono di purificare l'acqua.

    Depurazione e stelizzazione a raggi UV

  • Osmosi inversa acqua

    Osmosi inversa acqua potabile impianti domestici con prezzi e costi tutto comprenso appicabile sia all'acqua di rubinetto che all'acqua di pozzo consentendo una depurazione ottimale dell'acqua.

    Gli impianti domestici per osmosi inversa di acque potabili sono la soluzione ideale per depurare l'acqua in casa.

    Come funziona l'osmosi inversa ?

    L'osmosi inversi si presenta come un processoche permette di ridurre il tenore salino dell'acqua mediante il passaggio all'interno di una memebrana in grado di trattenere i sali disciolti nell'acqua 

    In passato l'osmosi inversa veniva utilizzata per potabilizzare l'acqua di mare, oggi viene invece impiegata in molteplici campi, da quello industriale fino all'impiego civile e domestico.

    In particolare, viene consigliata per produrre acqua potabile, in ambito in industriale, per il trattamento di acque di pozz e acque salmastre e, in generale, per tutte le acque reflue.

    In ambito domestico l'osmosi inversa consente di raggiungere ottimi risultati assicurando una depurazione fisica con l'eliminazione di microparticelle superiori a 3 nanometri.

    L'osmosi è consigliata anche per la depurazione dell'acqua da un punto di vista chimico grazie alla purificazione da metalli pesenti. Da un punto di vista organico consente dieiminare composti organici quali pesticidi ed erbicidi.

    Il processo prevede l'impiego di un sottilissima membrana artificiale all'interno della quale passa l'acqua trattata.

    Sulla memebrana viene eseritata una pressione detta osmotica. Quello che non passa nella memebrana, ricco di impurità, sali, metalli, batteri e virus, inquinanti ecc viene scaricato. 

    Impianti osmosi inversa in casa

    Sul mercato, negli ultimi anni, sono stati realizzati diversi piccoli impianti per osmosi inversa, soluzioni ideali per purificare l'acqua e da installare direttamente direttamente nel sottolavello della cucina.

    Cosa elimina l'osmosi inversa ?

    L'osmosi inversa nasce per eliminare il sale ed è ancora oggi utilizzata come sistema nel trattamento delle acque marine in zone del mondo dove non è presente acqua potabile. Nel corso degli anni la tecnologia dell'osmosi si è evoluta ed è stata applicata anche alla depurazione acqua

    L'osmosi inversa consente di rimuovere metalli pesanti, fosfati, calcio e fitofarmaci, materiali radioattivi e quasi tutte le molecole inquinanti.

    Elenco degli inquinanti e della capacità di riduzione del trattamento all'osmosi inversa

    • Mercurio: 94-97%
    • Nitrato 85-95%
    • Magnesio: 93-98%
    • Piombo: 95-98%
    • Nickel: 96-98%
    • Potassio: 92-96%
    • Manganese: 96-98%
    • Ferro: 96-98%
    • Alluminio: 96-98%
    • Rame: 96-98%
    • Polifosfato: 96-98%
    • Ortofosfato: 96-98%
    • Cadmio: 93-97%
    • Calcio: 93-98%
    • Sodio: 92-98%
    • Argento: 93-96%
    • Zinco: 96-98%
    • Uranio: 93-98%
    • Bromuro: 90-95%
    • Ammonio 80-90%
    • Selenio: 93-98%
    • Cromato 85-95%
    • Silice 80-90%
    • Stronzio: 96-98%
    • Cianuro 85-95%
    • Silicato: 92-95%
    • Cloruro: 92-95%
    • Fosfato: 95-98%
    • Solfato: 96-98%
    • posolfito: 96-98%
    • Fluoruro: 92-95%
    • Radioattività: 93-97%
    • Durezza totale: 93-97%
    • Durezza carbonatica: 90-95%
    • Batteri: 99+
    • Parti in sospensione: 90-96%

Showing 1 - 10 of 10 items